sabato , 21 Maggio 2022

Enrico Pofi

Giugno, 2016

  • 1 Giugno

    Jean Tinguely – Tinguely parla di Tinguely

    Sono un artista del movimento. Ho cominciato facendo pittura, ma mi sono arenato, ero in un vicolo cieco. La storia dell’arte e la scuola di belle arti mi avevano bloccato, partivo handicappato in pittura, sono rimasto intrappolato dai quadri, quanto potevo fare con i quadri era di aspettare che fossero esauriti e non riuscivo mai a giungere alla fine. Allora …

Maggio, 2016

  • 19 Maggio

    Dennis Johnson: Maths, Mars landings and minimalism

    Dennis Johnson’s newly recorded piece November, which inspired La Monte Young’s The Well Tuned Piano, rewrites the history of minimalism. Clive Bell talks to the elusive mathematician. Dennis Johnson lives in a very small house – in his words, “a shack, 15 by 17” – in the Bay area of California. No computer, nothing to play music on. “I had …

  • 2 Maggio

    Jocy De Oliveira

    Jocy de Oliveira is a Brazilian pianist and composer. Her career displays the rich discourse that most of Latin American has had over the last century within local paradigms of avant-garde music, and with its international community. As a concert pianist she worked with Cage and Stravinsky, had works composed for her by Xenakis, Berio and Santoro, and her extensive …

Marzo, 2016

  • 23 Marzo

    Christophe Bertrand (1981-2010)

    «Per la prima volta ho scritto passaggi lenti, una novità assoluta per me», parlando di «piani sonori del tutto nuovi», per cui «il risultato sarà sicuramente sorprendente […]. Credo d’aver doppiato una boa con Scales; Okhtor è una sorta di rinnovamento per me. Occorreva evolvermi e credo che stavolta sia avvenuto […] ma credo che si continuerà a percepire che …

Febbraio, 2016

  • 29 Febbraio

    Luc Ferrari – Éphémère I “L’Ordinateur Ça Sert À Quoi?” 1974

    Éphémère I & II’ (for tape, or to be played with various instruments) are two previously unpublished masterpieces which represent a very specific moment in the creative life and catalogue of Luc Ferrari. Luc Ferrari was tempted in the mid-1970s by the idea of leaving the final realization of these pieces open to the performer’s intervention (a perspective he decided …

  • 7 Febbraio

    Lo Studio di fonologia della RAI di Milano

    Nel 1954, Maderna e Berio iniziarono a pensare di fondare uno Studio di fonologia presso la RAI di Milano, dove già lavoravano. Ricorda Maderna: “S’era dovuto convincere una quantità di gente, s’erano prodotti, con i primi scarsi mezzi messici a disposizione numerevoli ‘effetti’, pezzi e pezzettini ad usun Delfini, roba a buon mercato ma che piaceva ai palati non troppo …

  • 4 Febbraio

    Ritratto di Città, Studio per una rappresentazione radiofonica (1954).

    “E’ molto difficile spiegare come succeda e perchè succeda. E’ anche molto difficile sorprenderlo, scoprirlo. Parlo naturalmente di quel minuto, o di quell’ora, o di quel secondo, non importa, in cui a ogni nuovo risveglio di mattino la città si ritrova tutta, improvvisamente e con sorpresa, coperta dal silenzio.” Con queste parole comincia Ritratto di città, il racconto, lo spettacolo …

Gennaio, 2016

  • 31 Gennaio

    Pietro Grossi | Progetto 2/3

    Pietro Grossi (Venezia, 15 aprile 1917 – Firenze, 21 febbraio 2002), dopo aver conseguito il diploma in violoncello e composizione al Conservatorio di Musica di Bologna, nel 1936, a diciannove anni vince il concorso per il posto di primo violoncello nell’orchestra del Maggio musicale fiorentino. Nel 1941 si diploma in composizione e comincia a scrivere opere per orchestra e musica …

  • 29 Gennaio

    Felix Kubin & ensemble Integrales. Echohaus

    Echohaus was recorded in and around Levin’s Electric Avenue studio in the basement of WESTWERK, a former squat and cultural centre for non-commercial art and music in Hamburg. A special recording technique was developed for the project whereby the musicians played simultaneously in separate rooms, connected to each other only by headphones. This was done in order to achieve a …

  • 29 Gennaio

    Harry Smith Heaven and Earth magic

    Harry Smith 1923 – 1991   Imperdibile per ogni cinefilo che si dichiara tale, Heaven and Earth Magic di Harry Smith, filmaker, musicologo, pittore e antropologo. L’opera la raccontò così: “La prima parte descrive il mal di denti dell’eroina, conseguente alla perdita di un’anguria di gran valore, le sue vicende odontoiatriche e il trasferimento in paradiso. Dopodichè il film fa …

Idioms »